Marcello Alemanno Creative Page

Costrure e suonare
Non ce niente di più bello per un musicista suonare gli strumenti da esso stesso progettati e costruiti
 
*
*
 
Un spicchio d' albero con taglio radiale diviso in due e incollato simmetricamente
Chiaramente questo lavoro va eseguito quando il liutaio ha scelto il giusto materiale da usare per la realizzazione dello strumento.

 

Un piano armonico in abete rosso della val di fiemme con le venature quanto più possibile simili a quelle del violino originale da copiare

Nel caso del CANNONE anche il fondo va trattato alla stessa maniera perchè l' originale è a due pezzi
 
Fondo in acero con la marezzatura uguale a quella dell'originale
per dare la giusta inclinazione alle marezzature calcolo il raggio d' angolo a partire dalla linea di mezzeria. Dipende quindi dall' abilità del liutaio stabilire quanto deve togliere sopra o sotto la tavola al momento della realizzazione del "FILO"
 
Forma interna
Per questo violino ho progettato una forma interna per simulare anche il processo costruttivo del Maestro Guarneri.

Alla forma sono applicati gli "ZOCCHETTI" anche essi in abete rosso come il piano armonico
 
modello degli zocchetti
Una volta che gli zocchetti sono incollati alla loro forma vanno modellati in base al contorno tenendo conto che le fasce che andranno ad accogliere comporteranno uno sfasamento perimetrale di un millimetro
 
Bozza del fondo
Facendo attenzione a non andare oltre il segno a matita tracciato sul legno si taglia il perimetro con l' aiuto della sega a nastro.

Il mio maestro Erminio Malagutti lo faceva completamente a mano
 
Prova del nove
Ecco come appaiono le fasce terminate poggiate sul fondo non ancora scavato
 
Controfasce
Come potete notare all' interno delle fasce, sia asopra che sotto, scorrono le "CONTROFASCE" che servono per dare quel tocco di spessore in più per favorire l' incollatura del piano e del fondo della cassa.

In questo caso sono in Tiglio, larghe 2 millimetri e scorrono al di sopra degli zocchetti laterali e si vanno ad innestare in quelli anteriore e posteriore

(vedi foto in basso)
 
zocchetto superiore
inserimento delle controfasce
 
confronto col contorno originale
quando si costruisce una copia non bisogna mai perdere di vista il modello originale dello strumento. Anche se si parla di foto va bene ugualmente.

Per le bombature mi sono servito delle quinte ricavate dal retro del poster
 
Filettatura
Quando abbiamo il contorno perfettamente uguale cominciamo con la filettatura.

Anche per quanto riguarda questo elemento dobbiamo avere un grande controllo millimetrico
 
Scavo
particolare
 
Filetto
inserimento del filetto nel solco
 
bombatura
solo dopo aver filettato il pezzo si procede alla fase della scultura esterna.E questo è il risultato finale
 
Bordo
Alla fine si arrotonderà anche il bordo
 
Scultura interna
Dopo l' esterno si procede con l'i nterno Servendosi della stessa sgorbia che abbiamo usato per sgrossare l' esterno. Successivamente si passerà all' uso dei pialletti.

Questa fase è sicuramente una delle più importanti perchè inciderà in maniera notevole sul SUONO in quanto si tratta di dare il giusto spessore in relazione alla compattezza del legno e al suo peso stesso.
 
Incollatura fasce e fondo
Quando siamo pienamente soddisfatti del pezzo si procede con l' incollatura definitiva alle fasce servendosi di colla a caldo e di morsetti che non vadano a compromettere per la troppa pressione la forma stessa delle fasce
 
Piano armonico
Io di solito rifinisco il contorno del piano armonico incollandolo alle fasce quando è ancora abbozzato

Lo scollerò in un secondo momento per il resto della lavorazione.
 
filettatura del piano
Dopo aver fatto il solco col coltellino e col bedano, lo rastremo con una fresa da 1,2
 
Foto
originale
 
Tracciatura delle FF
Essendo una copia la tracciatura delle effe deve essere fatta per forza dall esterno servendosi di un modellino di carta ricavato dalla foto dell' originale, per agere maggior margine di precisione. Nel lavoro tradizionale si può fare anche dall' interno come faceva STRADIVARI.
 
Le F completate
Anche se ho eseguito il lavoro solo con il coltellino e non col seghetto a traforo il risultato è stato positivo
 
Spessorazione del piano armonico
Questa è una fase delicatissima perchè influisce sul peso e sul suono
 
Costruzione della "CATENA"
E' un elemento che giace posizionato in senso longitudinale e serve sia come sostegno strutturale che come rinforzo del timbro su tutte e quattro le corde in particolare RE e SOL
 
Risultato finale
La catena va arrotondata tenendo presente che il punto più alto deve risultare sulla Retta del DIAPASON che passa in senso latitudinale alla distanza di cm19,5 dal bordo superiore. In sostanza è la linea su cui sono situati e SEGNI interni delle FF
 
Chiusura della cassa
Ho preferito chiudere la cassa con degli elastici per lodellare le fasce in base al contorno del piano armonico che pur essendo identico all' originale non combaciava perfettamente
 
Le forze
Così facendo ho potuto gestire il peso delle forze su tutta la superfice del piano armonico facendo slittare al posto giusto l' intero perimetro ottenendo il risultato desiderato e cioè la perfezione
 
Scasso anteriore
Una volta completata la cassa si procede allo scasso dove verrà innestato il manico
 
Asporto del bordo
.
 
Disegno
Si procede segnando le linee laterali ce partono dal bordo e si congiungono all'estremità della nocetta
 
Aspordo della fascia anteriore
Si consiglia di asportare prima la sola fascia e proseguire il solco successivamente sullo zocchetto
 
L
L' ordine e la pulizia sono elementi indispensabili per la riuscita del lavoro
 
Manico
Con la sega a nastro si effettua il taglio del perimetro laterale della chiocciola e del manico
 
sgrossamento del riccio
sorvolo la parte tecnica della lavorazione del riccio. Questa parte è descritta molto dettagliatamente del Maestro Luis Claudio Manfio
(vi consiglio di aprire il link in un' altra finestra dato il tempo di scaricamento del documento in PDF)
 
Riccio finito
Quando ho completato la scultura del manico procedo con l' innesto
 
Innseto del manico
Facendolo slittare dall' alto verso il basso. Lo scasso è a coda di rondine con le faccce oblique verso l' interno proprio per non farlo scivolare verso l' esterno
 
Nocetta
Rifinisco la nocetta e tutto il manico sino ad arrivare alla fase della levigatura finale che mi porteraà alla verniciatura dello strumento
 
Violino in bianco
Il violino è terminato.
Tornerò col tema della verniciatura e dell' antichizzazione. Anche se di queste mi piacerebbe parlarne in chatt o sul blog con i diretti interessati.

Grazie per l' interesse a Presto
 
.
.
 
.
.
 
.
.
 
.
.
 
Il Maestro Mario Magnasco che mi ha commissionato la copia
.
 
.
.
 


Updated:  May 25, 2009

Back to Profile